BIO

Francesco Maria Paradiso

E’ nato a Catania e vive a Milano.
Ha conseguito col massimo dei voti il Diploma accademico di II livello in Composizione – indirizzo tecnologico – al Conservatorio di Milano con Giuseppe Giuliano, ‘cum laude’ il Diploma in Composizione al Conservatorio di Novara con Franco Balliana, il Diploma in Organo e composizione organistica al Conservatorio di Piacenza con Luigi Molfino.

Ha seguito i corsi per compositori e direttori condotti da Peter Eötvös, Hilversum (NL), di analisi musicale e composizione di Marek Stachowski all’Accademia di Musica di Cracovia (PL), di composizione con elettronica di Jonathan Harvey, Metz (F), di specializzazione per la produzione compositiva con tecnologie informatiche di Giovanni Cospito, Milano (I), di composizione e musica elettronica alla Hochshule für Musik Freiburg (D).

Borse e residenze di composizione: Institute for Computer Music and Sound Technology (ICST) (CH), Studio CCMIX – Centre de Crèation Musicale Iannis Xenakis (F), Herrenhaus Edenkoben (D), Governo della Repubblica di Polonia – Accademia di Musica di Cracovia (PL).

Compositore di musica strumentale ed elettronica, così lo hanno descritto: ‘I have followed his work for about five years and have had the chance to know his personality […] his original music and aesthetic views. His work shows a strong personal signs with a clear technical skill’ (Peter Eötvös). ‘Francesco is a composer possessing an exceptional talent […]. His music shows the imprint of a strong personal voice and extraordinary technical skill’ (Marek Stachowski). ‘Artista che dimostra pieno possesso dei mezzi tecnici, originalità di pensiero nell’ambito musicale e segnatamente della musica contemporanea’ (Ettore Borri). ‘Musicista di talento e di solida preparazione, nonché ricercatore tenace ed intelligente’ (Alessandro Solbiati). ‘Francesco Paradiso is one of the most interesting composers of his generation. He has an extraordinary fitness with instrumental music as well electronic music. His sense of sound is always fascinating and always new’’ (Giuseppe Giuliano).

Fra i premi: 1°er Prix Sacem – 3ème Concours International de Composition OFF (Orchestre de Flûtes Français), Parigi. International IMRO Composers’ Competition (Eire). ‘Egidio Carella’ International Composition Competition (I). ‘Rocco Rodio’, composizione organistica (I). Fra le esecuzioni musicali: Ensemble Modern (D), Ensemble Instrumental de l’Orchestre Philarmonique du Luxembourg (L), Ensemble MW2 (PL), Ensemble Laboratorium (CH), Ensemble Aventure (D), Pierrot Lunaire Ensemble Wien (A). Fra le rassegne e le stagioni musicali: Weimarer Frühjahrstage für zeitgenössiche Musik, Weimar (D), Lucerne Festival (CH), Traiettorie, Parma (I), NDR Das Neue Werk, Hamburg (D), Internationale Gesellschaft für Neue Musik (IGNM), Basel (CH), Society for the Promotion of the New Music, London (UK), Feldkirch Festival (A), Festival Forfest, Kromeriz (CZ), Vespri d’organo, Milano (I). Fra gli interpreti: Pierre Yves Artaud, Dagmar Becker, Fritz Schwinghammer, Alain Billard, Francesco Catena, Franz Comploi, Domenico Carlo Melchiorre, Lukas Vogelsang.

Ha condotto seminari di analisi musicale, composizione, composizione elettroacustica alla Staatliche Hochschule für Musik Stuttgart (D), al Conservatorio di Novara, al Conservatorio della Svizzera Italiana. Assegnista di ricerca Regione Piemonte/ISSM Conservatorio di Novara per ‘sviluppi dell’elettronica applicata in campo musicale’, ha svolto insegnamenti di Acustica, Informatica musicale, Sistemi e linguaggi per la multimedialità al Conservatorio di Novara, Cultura musicale generale (armonia complementare), software per l’editing musicale e la notazione al dipartimento di Musica con nuove tecnologie al Conservatorio di Milano.

Composizioni, curatele, saggi sono stati pubblicati da Edizioni Berben, Edizioni Carrara, Edizioni Eurarte, Edizioni Rugginenti, Edizioni Sinfonica.

FOTO: WALTER FAVARATO – Scarica in formato stampa

Scarica BIO completa in PDF


Hanno scritto

“Francesco Paradiso was one of the best participant in my special-seminar of Stockhausen’s “Hymnen” in Hilversum, Netherland. Paradiso’s professional and musical contacts with the very difficult composition left a deep impression on me. His approach to music, to contemporary music, too, is extremely serious. I found his work in composition and in analyzes is very well based and high qualified”.

Peter Eötvös, Hilversum.

“During is one year stay in Cracow as a recipient of a grant I have had the chance to get acquainted with is highly original music and aesthetic views. I strongly believe without any slightest doubt that Francesco is a composer possessing an exceptional talent, which has developed into a strong and original voice. He is a musician with an impressive sense of purpose and seriousness, and with considerable stamina. His music shows the imprint of a strong personal voice and extraordinary technical skill. Francesco Paradiso has been comfortable with a range of different media and stylistic approaches, seeking always new, fresh and unconventional solutions. A number of his pieces stand out particularly in my mind as demonstrating an exceptional compositional talent and craft”.

Marek Stachowski, Cracovia.

“I have followed his work for about five years and have had the chance to know his personality, his activity as composer, his original music and aesthetic views. His work shows a strong personal signs with a clear technical skill. Francesco Paradiso is highly intelligent and thoughtful musician, and his compositions show me his real talent.”

Peter Eötvös, Hiversum.

“Dai primi passi del suo studio i suoi interessi spaziavano, in particolare, alla comparazione della scrittura di modelli desunti dalla tecnica contrappuntistico cinquecentesca con brani di tutt’altro linguaggio, di atmosfera ben più vicina al nostro modo d’interpretare testi e situazioni particolari con tecnica molto aggiornata se non d’avanguardia.
Da qui da questa sua ricerca di nuovi stilemi da contrapporre ad altri, dalla sua naturale inclinazione all’analisi di ogni espressione musicale con relativa collocazione storica, sì è radicata nel sottoscritto la profonda convinzione della predilezione del Prof. Paradiso verso questo lavoro, unita alla convinzione che è in possesso di ricche doti naturali di musicalità. Infatti, le affermazioni già ottenute in diversi concorsi di composizione hanno convinto tutti delle doti che dimostra di possedere.

Luigi Molfino, Milano.

“Artista davvero maturo, che dimostra pieno possesso dei mezzi tecnici, originalità di pensiero nell’ambito musicale e segnatamente della musica contemporanea, serietà di lavoro e varietà di esiti ugualmente felici. Francesco Paradiso associa alla fase creativa musicale anche la sua esperienza come organista e musicologo, configurandosi pertanto come musicista completo conscio delle varie problematiche concernenti il fare musicale”.

Ettore Borri, Novara.

“Ho conosciuto il M° Francesco Paradiso nei Master di specializzazione tenuti presso L’accademia Tema di Milano, sulle tecnologie informatiche applicate alla musica sia nella produzione audio che in quelle compositive. In seguito a tale Master è iniziata una intensa collaborazione professionale che ha portato all’elaborazione sia di composizioni musicali con l’uso dell’elettronica live, sia alla elaborazione di software di analisi e ricostruzione di processi compositivi del repertorio musicale contemporaneo. Per una serie di idee di Francesco che ho trovato originali e feconde, la collaborazione è continuata su due livelli:
1°  l’elaborazione di software per l’analisi e la ricostruzione di processi compositivi di opere del repertorio moderno e contemporaneo con l’elaborazione di una prima libreria di software relativa ad autori quali Webern e Messiaen.
Ritengo che gli aspetti del lavoro fatto e relativi ad applicazioni con software sempre più diffusi quali OpenMusic dell’IRCAM per applicazioni di composizione assistita dall’elaboratore e Max-MSP della Cycling 74 per la sintesi di sistemi sonori sperimentali siano innovativi ed inediti.”

Giovanni Cospito, Milano.

“Francesco Paradiso is one of the most interesting composers of his generation. He has an extraordinary fitness with instrumental music as well as electronic music. His sense of sound is always fascinating and always new. Recently he has demonstrated a great skill also as teacher at New Technologies Department in Milano Conservatory.

Giuseppe Giuliano, Milano.